Tutorial - Esposimetro e modalità di misurazione - FP Nature and Landscape Photography

Felice Placenti
Nature & Landscape Photography
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tutorial

Esposimetro

e modalità di misurazione



© Felice Placenti - All rights reserved. Tutti i diritti sono riservati.
E' vietato riprodurre, anche solo parzialmente, anche citando la fonte, il contenuto di questa pagina.


 tutorial esposimetro


Introduzione

Nel precedente tutorial ho parlato dell'esposizione (a proposito, se non lo hai letto ti consiglio di farlo cliccando su questo link).
Per poter esporre correttamente, quando fotografi in modalità manuale, hai bisogno che la macchina fotografica ti dia una indicazione della luminosità della scena. Il dispositivo elettronico che serve a misurare questa luminosità è l'esposimetro.
Ormai tutte le macchine fotografiche dispongono di un esposimetro molto preciso, che funziona più o meno bene in quasi ogni situazione fotografica. Quasi!
Perché ho detto quasi? Perché ci sono situazioni in cui anche l'esposimetro più "intelligente" fallisce inesorabilmente! Sta a te sapere interpretare le indicazioni dell'esposimetro. Per riuscirci ti serve un po' di esperienza e qualche cognizione iniziale.

Oggi ti parlerò dell'esposimetro e delle modalità di misurazione della luminosità. Ovviamente questo tutorial ti serve se vuoi imparare a fotografare in manuale per sfruttare tutta la tua creatività.
Mettiti comodo e preparati a leggere questo tutorial breve e facile.


L'esposimetro

Ti ho appena detto che l'esposimetro serve a misurare la luminosità della scena. L'esposimetro della tua macchina legge la luce riflessa dalla scena (la luce che la scena riflette verso l'obiettivo della macchina fotografica).
Devi sapere, comunque, che esistono anche esposimetri separati dalla macchina (esposimetri esterni), che leggono la luce incidente sul soggetto (luce che arriva direttamente al soggetto), oppure la luce riflessa da una piccola area del soggetto (esposimetri spot a luce riflessa). Questi esposimetri sono impiegati molto in studio in quanto forniscono valori più precisi e affidabili rispetto agli esposimetri incorporati nelle macchine.
Tuttavia, in questo tutorial ti parlerò solo dell'esposimetro incorporato nella macchina, che è detto anche Esposimetro TTL, dove TTL sta per Through The Lens (Attraverso l'obiettivo).

Sfogliando il manuale della tua macchina fotografica... Non lo hai letto? Se non lo hai letto ti consiglio di farlo, anzi, ti consiglio di impararlo a memoria!
Dunque, se hai letto il manuale della tua macchina fotografica, tra le altre cose hai appreso che puoi impostare il tipo di misurazione esposimetrica. In pratica puoi scegliere come deve funzionare l'esposimetro.

Solitamente è possibile impostare una delle seguenti 4 modalità:

  1. Valutativa (o Matrix o Multizona)
  2. Media a prevalenza centrale  (o Media pesata al centro)
  3. Semi-spot (o Parziale)
  4. Spot

Vediamole una per una.



Misurazione Valutativa

valutativa o matrix

Quando imposti la modalità di misurazione Valutativa (o Matrix o Multizona), il sensore dell'esposimetro misura e "analizza" tutta la scena inquadrata; un "computer" interpreta la scena, cerca di capirla, esclude dalla misurazione alcune parti troppo luminose, etc. Alla fine l'esposimetro fornisce una misura che funziona in tante situazioni.



Misurazione Media a prevalenza centrale

media a prevalenza centrale

Se imposti la misurazione Media a prevalenza centrale (o Media pesata al centro) l'esposimetro misura la luminosità in quasi tutta la scena ma considera maggiormente (si dice che dà un peso maggiore) alla parte centrale.
In teoria questo tipo di misurazione potrebbe andare bene in esterni col soggetto al centro e parti un po' più chiare intorno. In teoria!


Misurazione semi-spot

semi-spot

Con la misurazione Semi-spot (o Parziale) l'esposimetro misura la luminosità di una piccola zona al centro del campo inquadrato. Potrebbe misurare, per esempio, un'area pari all'8 ÷ 10% della scena.
Questo tipo di misurazione potrebbe andare bene nel caso in cui devi esporre correttamente una zona piccola della scena, come per esempio un fiore.


Misurazione Spot

spot

La misurazione Spot è simile alla Semi-spot. Differisce da questa in quanto la lettura viene fatta su un'area centrale ancora più piccola (circa 3 ÷ 4%). Generalmente l'area corrispondente alla misurazione Spot è indicata con un cerchietto al centro del mirino (o al centro del monitor della macchina).
Usa questo tipo di misurazione quando vuoi esporre correttamente una piccolissima zona del soggetto, come per esempio la parte centrale di un fiore.



Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!

Nell'introduzione ti ho detto che l'esposimetro ogni tanto fallisce. Inoltre, se esponi per una parte piccolissima del soggetto (Spot), non è detto che il resto della scena risulti esposto correttamente.
Come vedi, seguire le indicazioni dell'esposimetro potrebbe portarti a commettere degli errori.
I casi sono tanti!

Adesso ti starai chiedendo come fare a scegliere le giuste impostazioni: modalità di misurazione, apertura del diaframma, tempo di esposizione e sensibilità ISO.
Dipende dalla scena inquadrata e dal risultato che vuoi ottenere. Ricordati che puoi sempre vedere il risultato sul monitor della macchina fotografica. Tuttavia un buon fotografo non effettua decine di scatti prima di "azzeccare" quello correttamente esposto.


La scena

Se la scena è più o meno omogenea quanto a livelli di luminosità, non ci sono grandi contrasti tra parti luminose e parti scure, puoi impostare la misurazione valutativa oppure la misurazione media a prevalenza centrale.
Una tipica scena di questo tipo è data da un prato verde con fiori grandi di tanti colori e, magari, un cielo azzurro. In questo caso, infatti, l'esposimetro fornisce un valore "medio" buono per tutta la scena. Un'altra situazione simile è rappresentata da una foto di gruppo con persone bene illuminate, che indossano abiti di colori diversi, su un prato verde in primo piano e un po' di cielo nella parte alta.

Se la scena è tutta o quasi tutta luminosa o chiara, qualunque modalità di esposizione imposti, l'esposimetro tenderà a sottoesporre. Una tipica scena di questo tipo è un paesaggio innevato o una pista da sci innevata. Seguendo le indicazioni dell'esposimetro ti ritroveresti con la neve grigia. In questo caso devi rimediare sovraesponendo un po' rispetto al valore fornito dall'esposimetro. Puoi provare a sovraesporre di 1.5 stop, ma non è una regola.

Un altro esempio tipico è quello di un bambino in una spiaggia chiara. Seguendo le indicazioni dell'esposimetro, in modalità valutativa o media ti ritroveresti con una scena piuttosto scura. In modalità spot, con lo spot puntato sul bambino (più scuro della spiaggia), l'esposimetro ti direbbe di sovraesporre rispetto a prima. Risultato: il bambino verrebbe esposto correttamente, ma la spiaggia potrebbe risultarti troppo luminosa. In questo caso potresti misurare con lo spot rispettivamente i valori sul bambino e sulla spiaggia e poi scegliere un valore medio. A questo proposito ti ricordo che puoi impostare una qualunque coppia tempo/diaframma (a parità di sensibilità ISO), ma se hai letto il mio tutorial sull'esposizione sai già che la scelta dipende da diversi fattori. Quindi devi stare attento ai parametri che scegli (per esempio, se il bambino si muove devi impostare necessariamente un tempo breve).

Se la scena è tutta o quasi tutta in ombra o scura, qualunque modalità di esposizione imposti, l'esposimetro tenderà a sovraesporre. Esempi tipici sono una scena serale e l'interno di una chiesa. In questo caso, se non vuoi avere una scena innaturalmente luminosa, devi sottoesporre. Prova a sottoesporre di 1 ÷ 1.5 stop.

Ecco un altra situazione tipica: soggetto molto chiaro su sfondo in ombra. In questo caso l'esposimetro impostato in modalità valutativa o media ti consiglierebbe di sovraesporre. Otterresti una fotografia con lo sfondo più chiaro ma con il soggetto troppo chiaro (bruciato). La soluzione potrebbe essere utilizzare la modalità spot (soggetto correttamente esposto, sfondo ancora più scuro), oppure fare 2 misure spot, una sul soggetto e l'altra sullo sfondo, e provare a impostare una esposizione media tra le due, dando più importanza al soggetto. Ancora una volta ti consiglio di provare e valutare il risultato sul monitor della macchina.

Infine ti voglio illustrare un'ultima situazione: la silhouette. E' la situazione tipica di un soggetto su sfondo molto luminoso. Un classico esempio è la silhouette di una persona al tramonto.
Se esponi per il soggetto, in modalità spot, allora ottieni una foto col soggetto chiaro (pieno di dettagli), lo sfondo bruciato (senza più dettagli) e... addio alle bellissime sfumature del tramonto!
Invece se ti affidi alla misurazione valutativa o media, l'esposimetro ti dice di sottoesporre e ottieni la classica silhouette: il soggetto scuro su uno sfondo chiaro ma ricco delle sfumature del tramonto.

Anche se i casi possibili sono letteralmente infiniti, voglio fermarmi qui. Come vedi, l'esposimetro ti può dare una indicazione di massima, ma tu devi saperla interpretare e scegliere i parametri di scatto più adatti al risultato che vuoi ottenere. Stai tranquillo: è questione di pratica. D'altronde gli unici modi per far fare tutto alla macchina sono le modalità automatiche e program, ma perdi la possibilità di essere creativo!

silhouette siracusa al tramonto



Altri metodi

Esiste un altro metodo molto valido per scegliere i corretti parametri di scatto: l'Istogramma.
Per ingannare l'esposimetro esiste una funzione che si chiama Compensazione dell'Esposizione.
Per assicurarsi di avere una fotografia correttamente esposta esiste la tecnica del Bracketing.

Te ne parlerò nei prossimi tutorial. Seguimi.



Se vivi nella mia zona (Sicilia sud-orientale), ti piace la fotografia paesaggistica e naturalistica e vuoi imparare a fotografare, puoi unirti alle mie escursioni oppure puoi partecipare alle passeggiate fotografiche che organizzo. Puoi anche iscriverti alla Newsletter.



Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici. Grazie tante.
SU QUESTO LAVORO

Categoria:
Tutorial

Tema: Paesaggi, Natura

Note:
Un facile tutorial sull'esposimetro e sulle modalità di misurazione, con consigli pratici.


Attrezzatura:


Quando ho scritto l'articolo:
Maggio 2020
ALTRE RISORSE SU

Articoli:


    iscrizione alla newsletter




    Logout
    FP NATURE AND LANDSCAPE PHOTOGRAPHYCONTATTI RISORSE
    icona utente
    Felice Placentiicona tel
    +39 347 6734618icona pallino
    Area riservata
    icona mappa
    Siracusa - Italia
    icona mail
    Scrivimiicona pallino
    Iscriviti alla Newsletter






    Copyright © 2020 Felice Placenti. All right reserved.
    CONTATTAMI

    Copyright © 2020 Felice Placenti.
    All right reserved.
    FP NATURE AND LANDSCAPE PHOTOGRAPHY
    icona utente
    Felice Placenti
    icona mappa
    Siracusa - Italy


    icona tel
    +39 347 6734618
    icona mail
    icona pallino
    icona pallino
    icona copyright

    Copyright © 2020 Felice Placenti. All right reserved.
    Privacy Policy
    Torna ai contenuti | Torna al menu