About - Felice Placenti Nature and Landscape Photography

Felice Placenti
Nature & Landscape Photography
Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi sono

Su di me

Sono nato a Siracusa alla fine del 1971. A quattordici anni ho iniziato a fotografare le stelle con la mia prima reflex: una Canon AT-1. Poi sono arrivati i Paesaggi e la Natura.

Per quasi vent'anni ho fatto l'ingegnere, libero professionista. Oggi faccio il fotografo, ho scelto la libertà, ho scelto di vivere la vita tutta d'un fiato, emozione dopo emozione.

Sono suggestionato dalla natura, della quale ho una visione sognante. Nella paziente ricerca mi lascio guidare dall'atmosfera, quasi sempre mutevole e fugace, e mi ritrovo a vagabondare, a volte senza meta, a volte sospinto da una sorta di chiamata interiore, provando una strana malinconia.
Mi sento attratto dalle foreste, stregato dall'antico potere degli alberi, per un eterno richiamo primordiale mi immergo nella creazione attendendo il momento giusto, quel magico momento in cui luce e natura si incontrano in un misterioso intreccio, come quando nel fulgore del tramonto le onde del mare si infrangono sulla scogliera e la schiuma scintilla come di luce propria.

Amo la sensazione di calma e di pace che mi pervade prima di ogni scatto, quando il tempo sembra fermarsi per poi essere congelato in un fotogramma... quando le energie del luogo, la maestosità del paesaggio, il senso di eternità del Creato stanno per sublimare in una immagine. In questa immagine, frutto di visioni oniriche, ammorbidita da eteree nebbie, viene cristallizzata la mia interpretazione personale di un luogo, di un soggetto, di un istante... insieme a tutte le emozioni che ho provato.



Non solo paesaggi

Nella mia costante e paziente ricerca della bellezza mi sono imbattuto in un mondo parallelo al nostro, invisibile ai nostri occhi: il mondo dell'infinitamente piccolo. Solo apparentemente insignificante.
E' un universo fatto di forme e colori, di immobilismo e incessante movimento, di esseri bizzarri, di figure leggiadre e di mostruose apparizioni.

Attraverso la fotomicrografia e l'utilizzo di tecniche particolari, cerco di catturare la bellezza di questo mondo e, al tempo stesso, di coglierne l'essenza. Si tratta di un lavoro certosino, che esige pazienza e tranquillità.

Appassionato di microscopia fin da bambino, per raggiungere il mio scopo ho allestito un piccolo laboratorio. Nella pace di questo laboratorio, spesso nelle sere invernali, preparo i campioni da riprendere, seguendo vecchie e nuove tecniche di microscopia che prevedono l'uso di sostanze chimiche e di resine naturali. Riscopro vecchie ricette e ne sperimento di nuove.
Molte delle attrezzature scientifiche che uso sono autocostruite. Oltre a conseguire un risparmio economico, mi piace costruire ciò che mi serve ed è bello quando capisco che le cose che ho costruito funzionano bene.

Una parte delle attrezzature che uso per la fotomicrografia posso usarla anche per la macrofotografia e la macrofotografia estrema.
Pratico la macrofotografia estrema solo in studio, usando stand, sfondi e luci autocostruite. Infatti in studio è più facile controllare tutti i parametri che sono fondamentali per ottenere delle buone immagini.

Nella macrofotografia cerco di ottenere sempre una resa naturale. A tal fine, e per quanto possibile, utilizzo la luce ambiente (soprattutto sul campo).

Anche l'astronomia mi ha affascinato fin da bambino. Ho vissuto la mia gioventù in un'epoca in cui la Via Lattea era visibile anche dalla città. Nel cielo buio ho "viaggiato" tra galassie e nebulose, ammassi aperti e ammassi globulari. Ho "visitato" pianeti e "passeggiato" sulla Luna...

Il cielo stellato suscita in me un senso di mistero, la visione delle profondità dell'Universo mi lascia sempre sgomento... allora mi ritrovo nelle parole di Victor Hugo (I Miserabili): "Egli era là solo con se stesso, raccolto, tranquillo, adorante, paragonando la serenità del proprio cuore con quella dell'etere, commosso nelle tenebre dagli splendori visibili delle costellazioni e dagli splendori invisibili di Dio, aprendo la sua anima ai pensieri provenienti dall'Ignoto. In quei momenti, offrendo il suo cuore nell'ora in cui i fiori notturni offrono il loro profumo, acceso come una lampada nel bel mezzo della notte stellata, effondendosi in estasi tra lo splendore universale del creato, non avrebbe potuto dire egli stesso ciò che attraversava il suo spirito; sentiva qualcosa involarsi da lui e qualcosa scendere in lui. Misteriosi scambi tra gli abissi dell'anima e gli abissi dell'universo!"

Misteriosi scambi tra gli abissi dell'anima e gli abissi dell'universo. Queste sono le emozioni che provo ogni volta che guardo il cielo.

Per l'acquisizione delle immagini astronomiche utilizzo la vecchia e gloriosa montatura Vixen Super Polaris, completa di motori e pulsantiera, su cui monto come telescopio guida il famoso 114/1000 ed in parallelo la macchina fotografica completa di obiettivo. Collego la reflex ad un PC portatile. Sia il telescopio sia la reflex sono montati su una piastra autocostruita. Anche l'oculare con reticolo illuminato è autocostruito.

canon 5d mark 2
canon at1
Sulla mia attrezzatura fotografica.

Reflex Canon EOS 5D Mark II
Obiettivo Samyang 14 mm f2.8 ED AS IF UMC
Obiettivo Canon EF 24-105 mm f/4 L IS USM
Obiettivo Canon EF 200 mm f/2.8 L II USM
Reflex a pellicola Canon AT-1
Obiettivo Canon FD 50 mm f/1.8
Obiettivo Canon FD 135 mm f/3.5
Obiettivo Zenit MC 3M-5CA 500 mm f/8
Impugnatura verticale Canon BG-E6
Treppiede Manfrotto 190XPROB
Testa Manfrotto 804RC2
Treppiede e testa video MG VT-705
Filtro polarizzatore NiSi CPL PRO 82 mm
Filtro a lastra NiSi GND 4 Nano IR soft 100x150 mm
Filtro a lastra NiSi GND 8 Nano IR soft 100x150 mm
Filtro a lastra NiSi ND 64 Nano IR 100x100 mm
Filtro a lastra NiSi ND 1000 Nano IR 100x100 mm
Holder NiSi V5 PRO e anelli adattatori
Filtri vari (protezione, ND, colorati)
Accessori vari (batterie supplementari, telecomando a infrarossi, telecomando wireless, flash, anelli adattatori, tubi di prolunga)
Monitor esterno 7"
Borsa foto/video MG
Borsa foto Fotopro
N. 2 borse per obiettivi Profox
Astucci portaottiche vari
Pannelli riflettenti



motic b3 e canon eos 5d mark 2
Sulla mia attrezzatura per fotomicrografia.

Microscopio da laboratorio Motic Professional Series B3-223
Obiettivo Motic Achromatic Super Contrast 4X/0.10
Obiettivo Motic Achromatic Super Contrast 10X/0.25
Obiettivo Motic Plan 20X/0.40
Obiettivo Motic Achromatic Super Contrast 40X/0.65
Obiettivo Motic Achromatic Super Contrast 100X/1.25
Oculari Motic WF 10X/20 mm
Raccordo fotografico autocostruito
Filtri vari
Illuminatore supplementare autocostruito
Stand autocostruito per il sostegno della reflex
Attrezzature da laboratorio per la preparazione dei soggetti
tanzutsu 114 e canon eos 5d mark 2
Sulla mia attrezzatura per astrofotografia.

Montatura equatoriale Vixen Super Polaris
Motore per Ascensione Retta e motore per Declinazione
Pulsantiera per microcorrezioni
Cercatore polare
Treppiede in alluminio
Telescopio guida Newton catadiottrico (Tanzutsu) D: 114 mm, F: 1000 mm
Oculare con reticolo a doppia croce illuminato con LED a luminosità variabile (autocostruito)
Piastra autocostruita per il fissaggio del telescopio guida e della reflex
PC portatile collegato alla reflex per l'acquisizione delle immagini
Accessori vari
facebook-icon instagram-icon linkedin-icon pinterest-icon viewbug-icon
vimeo-icon youtube-icon flickr-icon 500px-icon

Copyright © 2019 Felice Placenti.
All right reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu